Sensori di nuova generazione

8 Gennaio 2016 – Per svolgere attività complesse in scenari diversificati e in regime di volo autonomo o semi-autonomo si rende necessaria un’elettronica di bordo che consenta al drone di poter riconoscere l’ambiente circostante.

Questa capacità diventa particolarmente importante in tutte quelle attività dove va mantenuta una distanza di sicurezza, specialmente nelle fasi di decollo ed atterraggio, rispetto alla struttura oggetto dell’ispezione.

Un quest’ottica il mercato propone sensori di nuova generazione che consentono la misurazione delle distanze con affidabile precisione basandosi sulla tecnologia ad infrarossi dove la misura viene data dal tempo intercorrente tra l’emissione del raggio e il suo ritorno dopo aver rimbalzato sul bersaglio.

Questi sensori sono molto più leggeri di un equivalente a laser e molto più rapidi di un sonar, hanno un ridotto consumo e peso ininfluente nonché un costo assolutamente contenuto.